logo

0827 1949208

0827 1949202 FAX

_____________________

avis01200l@istruzione.it

avis01200l@pec.istruzione.it

Via Ronca

83027 Lioni (AV)

Codice Fiscale

82002610648

_____________________

Codice Unico Fatture

Elettroniche: UFK0RF

logo

123 456 789

info@example.com

Goldsmith Hall

New York, NY 90210

07:30 - 19:00

Monday to Friday

Le radici dello studio sono amare, ma dolci ne sono i frutti.
(Catone)

AL VANVITELLI DI LIONI NONA EDIZIONE DI “A TAVOLA CON LE NONNE”

AL VANVITELLI DI LIONI NONA EDIZIONE DI “A TAVOLA CON LE NONNE”

Si è conclusa anche la nona edizione del progetto enogastronomico “A tavola con le nonne”,kermesse didattica che l’Istituto L. Vanvitelli di Lioni ha ideato e portato avanti con successo dall’anno scolastico 2010-2011 e che vedrà la sua piena realizzazione l’anno prossimo, con la decima ed ultima edizione.

Quest’anno le “nonne-prof.” sono state quelle di Bisaccia, che in vari momenti dell’anno scolastico hanno tenuto vere e proprie “lezioni” di tradizione e sapori autentici di una volta. La sfida che si è poi presentata agli alunni delle classi terze del plesso IPSEOA è stata quella di rielaborare i piatti antichi in versioni più innovative, adatte agli stili e ai gusti dei nostri giorni.

Il progetto, ereditato e sostenuto dal dirigente scolastico Sabato Centrella, ideato dalla professoressa Anna Di Domenico e dal Responsabile di plesso, il professore Rosario Miele, ha visto infatti protagoniste quest’anno le “nonne” di Bisaccia e tutti gli alunni delle classi terze, guidati dai docenti di indirizzo Rosario Miele, Lucia Stigliani, Claudio Donnarumma e Amerigo Malanga.

Entusiaste dell’esperienza, le nonne Maria Maddalena Salzarulo, Grazia De Gironimo e Gabriella Gentile, autrice di libri di enogastronomia tradizionale bisaccese, tra i quali “Ricordi di gusto”. Ed è proprio lei, ex docente, a raccontare della grande motivazione alimentata dall’interesse dimostrato dagli alunni, nel tenace anelito di trasmissione degli antichi sapori e delle tradizioni di un tempo.

Nella kermesse finale i ragazzi hanno scelto e servito uno dei menu studiati e lo hanno proposto in chiave moderna al rigoroso giudizio delle nonne e dei commensali nel pranzo conclusivo. Intorno ai tavoli del laboratorio di Sala e Vendita dell’IPSEOA, oltre alle “nonne” di Bisaccia e al Preside Centrella, insieme con la sua vice, professoressa Valeria Marcucci ed al secondo collaboratore, professore Antonio Imbriale, si sono ritrovati il Sindaco di Bisaccia, Marcello Arminio, i suoi Assessori, Salvatore Sicuranza e Giuseppe Ciani, il Parroco di Lioni, Don Tarcisio Gambalonga e, ilvice Sindaco di Lioni, Domenica Gallo, comune cui viene passato il testimone per la decima ed ultima edizione. Presenti anche le forze dell’ordine rappresentate dal Maresciallo dei Carabinieri di Lioni, Gaeta, dal Commissario di Pubblica Sicurezza, Rafaniello e dal Luogotenente Federico.Inoltre, ospiti immancabili il Sindaco di Teora Stefano Farina, protagonista della seconda edizione ed alcuni ex Presidi Dora Garofalo, Vincenzo Lucido, e il dirigente scolastico Sergio Siciliano, a capo del Vanvitelli fino allo scorso anno scolastico.

Rigorosamente in divisa, i ragazzi della terza accoglienza turistica hanno anche introdotto i piatti serviti dalla terza sala e vendita, spiegati poi nel dettaglio dagli alunni della terza enogastronomia. ”Con la guida dei nostri docenti di cucina, abbiamo studiato per riprodurre alcuni piatti della tradizione bisaccese –racconta Francesco Russo della 3^ B – e abbiamo scelto di far assaggiare ai commensali marcannali al ragù tradizionale su crema di basilico, agnello cotto a bassa temperatura su passata di patate, zafferano e pomodorini confit ed infine bocconotto scomposto con amarena e finocchietto… Una vera delizia!”.

Soddisfatto il dirigente scolastico Centrella- “Mi onoro di aver potuto partecipare a questo progetto, iniziato sapientemente dai miei predecessori, perché ritengo molto importante che i nostri ragazzi amino le tradizioni gastronomiche della loro terra e arricchiscano le loro conoscenze attraverso i preziosi e saggi insegnamenti dei nonni”.

Quindi la consegna degli attestati di partecipazione alle nonne e il passaggio di testimone alla vice Sindaco di Lioni, le cui nonne saranno le docenti della prossima e ultima edizione.